Cartucce di inchiostro e toner a buon mercato

|

Spedizione GRATUITI* a partire da 60 € (spedizione standard 4,95 €)

Cos’è la sublimazione?

Cos’è la sublimazione?

Ti hanno mai regalato una tazza personalizzata con la foto dei tuoi nipotini o una maglietta con la frase “Il miglior padre del mondo”? Ottimo, devi sapere che sia la T-shirt che la tazza sono state stampate tramite la tecnica della sublimazione. La stampa sublimatica è una tecnica di stampa che permette di personalizzare diversi prodotti, stampandoci sopra un’immagine fotografica o una frase. Tecnicamente, la sublimazione avviene quando l’inchiostro stampato sulla carta viene trasferito su un altro materiale e passa direttamente dallo stato solido a quello gassoso. Ti chiedi quale sia la chiave? Il calore. Solo attraverso il calore è possibile il passaggio diretto di una sostanza, in questo caso, l’inchiostro, dallo stato solido allo stato aeriforme senza passare per lo stato liquido. Quindi, in breve, il calore fa sì che il design scelto sia trasferito alla superficie del oggetto da personalizzare. Grazie alla sua semplicità, la tecnica della stampa a sublimazione è diventata un vero fenomeno nel mondo della moda, nel mondo degli accessori e nel mondo del “merchandising” in generale, settori che hanno trovato nella sublimazione un modo fantastico per creare articoli unici, esclusivi e originali.

Ma torniamo al dunque, cos’è la sublimazione e a cosa serve?

Bene, immagina di aver avviato un’attività di takeaway e di volerla promozionare offrendo ai tuoi clienti grembiuli con il tuo logo in omaggio con ogni ordine. Il modo migliore per personalizzare i grembiuli è usare la tecnica della sublimazione. E come si fa? Lo scopo sarebbe stampare, in modo efficace e permanente, l’immagine del logo salvata sul computer, sulla superficie del oggetto scelto (i grembiuli in questo caso). Come è possibile fare questo? Semplice: l’inchiostro sublimatico che è utilizzato per stampare il design viene attivato dal calore e quindi, passa dallo stato solido allo stato aeriforme senza passare per lo stato liquido, e penetra nel materiale del prodotto da personalizzare.

Di cosa si ha bisogno per stampare a sublimazione?

Per prima cosa, una stampante a getto di inchiostro che deve essere usata esclusivamente per la stampa sublimatica. In altre parole, se la stampante che intendi utilizzare per la stampa sublimatica è utilizzata con inchiostro normale, non sarà più adatta alla sublimazione. Quando si acquista una stampante per sublimazione si deve anche prendere in considerazione il tipo di oggetti che si vogliono personalizzare. Se si tratta di tazze, custodie o cover per cellulari, ecc., puoi optare per una stampante piccola formato A4, come la stampante Epson F100. Se invece intendi personalizzare articoli tessili come T-shirt, magliette, felpe con cappuccio ecc. avrai bisogno di una stampante più grande, come la stampante F500 in formato A1.

Inchiostro sublimatico: si tratta di un tipo di inchiostro speciale che, ad alte temperature, si trasforma in gas e penetra nella superficie del prodotto sublimabile. Nella tecnica della stampa a sublimazione, l’inchiostro sublimatico è il prodotto più importante per garantire un risultato finale ottimale, quindi, il fatto di scegliere un tipo di inchiostro di alta qualità è essenziale per evitare problemi di nitidezza nel design stampato, e per evitare la perdita di definizione con i lavaggi del prodotto personalizzato. Per stampare a sublimazione solo si ha bisogno di quattro colori di inchiostro: nero, giallo, ciano e magenta. Tieni presente che quando si stampa l’immagine scelta sulla carta sublimatica non si vede la stessa colorazione dell’immagine originale. Niente panico. Se l’inchiostro che hai scelto è un inchiostro di alta qualità, la colorazione sarà quella giusta, dopo che il design sarà stato trasferito alla superficie dell’articolo che intendi personalizzare.

Carta sublimatica: la carta per sublimazione funge da elemento di trasporto dell’inchiostro, che viene trasferito dalla stampante all’articolo su cui viene applicato. Se si usa un buon tipo di carta, la definizione della stampa sarà massimizzata, e il trasferimento dell’inchiostro avrà luogo in modo più preciso. Ti preghiamo di tenere presente che, a prescindere dall’oggetto che si intenda stampare a sublimazione, e sebbene ci siano diverse marche di carta sublimatica, ce n’è solo un tipo, il che vuol dire che il tipo di carta sarà identico, che l’oggetto da stampare sia una tazza, un tessuto, un oggetto di porcellana o qualsiasi altro oggetto.

Nastro termico: la funzione del nastro termico è principalmente quella di fissare la carta sublimatica già stampata sul articolo da personalizzare, e di resistere alla temperatura della termopressa.

Termopressa: per scegliere la termopressa adatta, ancora una volta, si deve tenere presente il tipo e le dimensioni dell’articolo da personalizzare. Ci sono termopresse appositamente progettate per tazze o per piatti, termopresse con base piatta per altri tipi di oggetti, come tessuti, pannelli fotografici, borsette... e anche termopresse “combo” con elementi intercambiabili che permettono di stampare a sublimazione diversi tipi di oggetti (questa opzione è fantastica per le aziende dedicate a questa attività).

Quali sono i materiali che possono essere personalizzati tramite la tecnica della sublimazione?

Tessuti: magliette, T-shirt, felpe, zaini, bavaglini, borse di stoffa... tutti i tipi di capi possono essere personalizzati a sublimazione. Attenzione però, i tessuti da personalizzare devono essere fatti di poliestere o avere almeno una percentuale del 50% di poliestere nella loro composizione. Questa percentuale non è casuale, è la percentuale minima necessaria per far sì che l’inchiostro sia fissato in modo permanente. Per ottenere colori il più vicino possibile al design originale, si consiglia di stampare su uno sfondo bianco, altrimenti (se si sceglie, ad esempio, una maglietta rossa), gli inchiostri sublimatici si combineranno con il colore del tessuto (rosso, nel esempio) e i colori finali del design verranno alterati.

Ceramica: tazze, piatti, vassoi e qualsiasi altro prodotto ceramico che sia stato trattato per la sublimazione. Su Webcartuccia abbiamo una grandissima varietà di tazze appositamente progettate a questo scopo. Tieni presente che se l’articolo che intendi personalizzare non è stato trattato per la sublimazione, dovrai utilizzare una vernice speciale prima di sottoporlo a questa tecnica.

Portachiavi, apribottiglie, custodie e cover per cellulari... Insomma, qualsiasi oggetto polimerizzato (cioè, rivestito di resina di poliestere) che possa resistere alte temperature.

Vantaggi dalla sublimazione

  • La sublimazione è una tecnica relativamente semplice e veloce da imparare.
  • Permette la stampa su oggetti rigidi e superfici che non sono piane, come le tazze.
  • Usando solo quattro inchiostri diversi (nero, giallo, ciano e magenta) si ottiene una gamma illimitata di colori, quindi, non ci sono dei limiti per quanto riguarda le sfumature del design.
  • Sarai in grado di personalizzare diversi oggetti in modo molto semplice.
  • Il risultato sarà duraturo e di altissima qualità e, a differenza di ciò che succede con altre tecniche, il risultato di questa tecnica non si percepisce al tatto, non si graffia e i colori non sbiadiscono.
  • Se lo si considera come un business, si tratta di una tecnica caratterizzata da un basso costo di produzione e da un’alta redditività.
  • Con pochi strumenti (stampante, inchiostro, carta e termopressa) è possibile personalizzare tutti gli articoli che vuoi.
  • Oggigiorno, ci sono molti prodotti adatti alla stampa sublimatica.

Svantaggi della sublimazione

  • I tessuti da personalizzare tramite la stampa a sublimazione (magliette, felpe, borse, bavaglini, ecc.) devono essere fatti in poliestere o avere almeno una percentuale del 50% di questo materiale nella loro composizione.
  • Affinché il risultato finale sia identico al design scelto, lo sfondo dall’oggetto da personalizzare dovrebbe essere bianco. Altrimenti, i colori finali verranno alterati.
  • Per personalizzare oggetti di ceramica e altri articoli non tessili tramite la tecnica della stampa sublimatica, essi devono essere rivestiti di resina di poliestere.
  • Per quanto riguarda la stampante di getto di inchiostro, ricorda che se viene utilizzata con inchiostro normale, non sarà più adatta alla sublimazione.
  • Ricorda anche che se il prodotto personalizzato fosse permanentemente esposto alla luce del sole, i colori potrebbero sbiadire col passare del tempo.
  • E un’altra cosa importante, la risoluzione dell’immagine che si intende stampare determinerà le dimensioni massime del risultato finale.

Come personalizzare oggetti con la stampa sublimatica, passo passo

  • Scegli un design e scegli il prodotto da personalizzare, ma attenzione, tieni presente che, anche se non ci sono dei limiti per quanto riguarda il design, non tutti i tipi di oggetti sono adatti. Come già detto, l’oggetto deve essere resistente ad alte temperature e il suo sfondo deve essere preferibilmente bianco. Se si tratta di un capo di abbigliamento, deve essere fatto di poliestere o avere almeno una percentuale del 50% di questo materiale nella sua composizione, e se si tratta di un altro tipo di materiale, si deve sempre tenere conto che deve essere adatto alla stampa a sublimazione.
  • Una volta che hai fatto la tua scelta, stampa l’immagine sulla tua stampante a getto di inchiostro. Tieni presente che l’inchiostro deve essere inchiostro sublimatico, così come la carta da utilizzare deve essere carta sublimatica. Tieni anche presente che l’immagine stampata sulla carta non mostrerà la colorazione originale del design. Non farti prendere dal panico. Il risultato finale mostrerà i colori giusti.
  • Prendi in considerazione le dimensioni dell’immagine da stampare e le dimensioni dell’oggetto da personalizzare, e ritaglia il foglio stampato per adattare l’immagine alle dimensioni dell’oggetto. Se l’oggetto è una tazza o qualsiasi altro oggetto non piatto, ti consigliamo di utilizzare il nastro termico adesivo per tenere ben saldo il foglio con la stampa alla superficie del oggetto. Se la carta non è fissata con la pressione giusta, il risultato non sarà quello desiderato.
  • Metti l’oggetto da personalizzare all’interno della termopressa, posizionalo in modo giusto e lascia la pressa agire per il tempo indicato nelle istruzioni.
  • Attenzione, non appena il processo di sublimazione sarà finito, l’articolo sarà molto caldo. Aspetta che si raffreddi prima di prenderlo, oppure indossa un guanto protettivo per farlo.

Questo è tutto! L’oggetto è stato personalizzato!

Se sei arrivato fin qui, siamo sicuri che ti interesserà anche la nostra guida su come sublimare una tazza.

Ultimi articoli / ¡Presta atención, hombre!